Soprattutto se hai uno smartphone di alto livello e costo, riuscire a recuperarlo in caso di smarrimento o furto è davvero importante. Lo stesso è anche per Smartphone meno pregiati poichè sicuramente  ti serve a prescindere dal suo valore economico. Si può fare qualcosa per ritrovarlo e ti spieghiamo come.

Come rintracciare uno Smartphone

Dobbiamo fare a questo riguardo una necessaria premessa. I sistemi che consentono di rintracciare uno Smartphone possono funzionare a patto che:

  • Sia acceso
  • Abbia la connessione ad internet attiva
  • Siano attivi i servizi di localizzazione

Questo significa che se hai smarrito il tuo smartphone, dopo un po’ la batteria si scaricherà e non avrai più nessuna possibilità di localizzarlo, a meno che non venga ritrovato, acceso e connesso ad internet da qualcuno.

Sia in questo caso che in caso di furto, però, la prima cosa che una persona che ne entra in possesso sarò rimuovere la SIM per metterne un’altra e ciò impedisce il ritrovamento oppure, semplicemente, disattiva il servizio di localizzazione. Ci vuole una certa dose di fortuna per ritrovarlo, dunque, oltre all’azione tecnica.

Come fare per impostare il necessario

Non puoi aspettare di non essere più in possesso del tuo smartphone per fare qualcosa per ritrovarlo. Occorre un’azione preventiva sul tuo telefonino per essere pronto nel momento della necessità.

Questo significa che devi andare su “impostazioni” sul tuo telefonino e cerca la voce “Geolocalizzazione”. Se ancora non è attivata, fallo spostando la levetta su on o attiva.

Fatto questo passo, torna su Impostazioni e questa volta seleziona Google e poi “Sicurezza”. Dalla schermata che si apre selezioina “localizza questo dispositivo da remoto” e “Consenti blocco e cancellazione da remoto”.

E’ possibile che sul tuo dispositivo  non trovi la voce Google. Nessun problema, basta aprire la lista delle applicazioni installate e selezionare “Impostazioni Google”, quindi procedere come sopra per localizzazione e cancellazione remota.

Ultimo passo da fare è verificare che il tuo Smartphone sia associato al tuo Account Gooigle e se così non fosse, esegui l’associazione. Questo è essenziale a sua volta al fine di localizzare il tuo smartphone attraverso  un altro device.

Come rintracciare il tuo Smartphone

Se hai preventivamente eseguito le operazioni indicate, in qualsiasi momento hai la possibilità di rintracciare il tuo smartphone in modo semplice ed immediato.

Per farlo, attraverso un Tablet o un PC, connettiti al sito internet Gestione Dispositivi Android ed esegui l’accesso al tuo Account Google. A questo punto devi soltanto attendere alcuni secondi affinchè il tuo smartphone venga localizzato sulla mappa.

Se questo non avviene significa che il tuo telefono può essere spento o comunque non ha l’accesso ad internet e non puoi più fare nulla per rintracciarlo.

Se, invece, viene localizzato, attraverso il sito su cui sei collegato hai la possibilità di utilizzare uno dei comandi che trovi in alto a sinistra della schermata.

Puoi far squillare il tuo Smartphone per cinque minuti, ad esempio, oppure bloccare il telefono per impedirne l’uso da parte di terze persone. Un ultimo comando utilizzabile è quello di cancellazione ma usa questo solo come ultima possibilità.

Attraverso la cancellazione, infatti, neutralizzi completamente il tuo telefono che diventerà assolutamente inutilizzabile sia da chiunque lo abbia in mano ma anche da parte tua se dovessi rientrarne in possesso.

In realtà, questo sistema può anche essere utilizzato per rilevare la posizione dei tuoi figli, ad esempio, ma si rischia di sconfinare nell’illegalità e anche nel moralmente scorretto.

Tuttavia, predisporre lo smartphone dei tuoi ragazzi può essere consigliabile, dati i tanti casi di cronaca che purtroppo ci circondano, ma da utilizzare solo in caso di effettiva necessità, mi raccomando.

Di Andrea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.