Home page
Informazioni
Carta della qualità dei servizi
Visita al museo
Catalogo delle opere
Mostre ed Eventi
Contatti
Links

separatore
 
Ultime notizie:
separatore
 
Ricerca interna:
separatore
 
Sale 5-7: Pittura senese, fiorentina e marchigiana del XV secolo. Il gotico internazionale in Umbria
sala5-7
Sala 5-01 Sala 6-01


11
In questa parte del percorso sono presentate le opere più importanti del periodo tardogotico, ben documentato a Perugia soprattutto attraverso le opere di maestri fiorentini e senesi.

Il persistere dei rapporti con l’ambiente artistico senese, è testimoniato dalle opere di Taddeo di Bartolo, autore di un grandioso Polittico a doppia faccia, eseguito nel 1403 per l’altare maggiore della chiesa di San Francesco al Prato, e di Domenico di Bartolo che nel 1438 introduce in città le novità rinascimentali attraverso il polittico dipinto per la chiesa del monastero cistercense di Santa Giuliana, tentando di dare alla scena con il Banchetto di Erode e la Decollazione del Battista un impianto prospettico tridimensionale.

12
La prima metà del Quattrocento, tuttavia, è dominata a Perugia dall’affermarsi del linguaggio tardogotico, testimoniato dal raffinato Polittico di Pietralunga (1403) dell'eugubino Ottaviano Nelli.

13
A lasciare un segno indelebile nella regione è, comunque, la presenza di Gentile da Fabriano che, per la chiesa di San Domenico a Perugia, esegue la Madonna col Bambino ed angeli.

 

Secondo Piano Terzo Piano